La fava

La fava

Periodo di semina

genfebmaraprmaggiulugagosetottnovdic

Periodo di raccolta

genfebmaraprmaggiulugagosetottnovdic

Esposizione alla luce

Annaffiatura

La fava è una pianta annuale che si sviluppa rapidamente e che è coltivata in moltissimi orti in Italia. Ha un portamento eretto, è di colore verde-grigio, con fusti che possono raggiungere un’altezza di 1,50 m circa. La fava si adatta bene a gran parte dei terreni, anche se predilige quelli argillosi, pesanti e calcarei. La preparazione del terreno per la semina, infatti, ha bisogno di un’aratura profonda che favorisca lo sviluppo delle radici.

Varietà

Esistono diverse varietà di fave:
- la Aguadulce
- Reina Bianca e Mora
- la Migliorata delle Cascine
- la Baggiana o fava comune

Clima

La fava prospera in zone climatiche montane e germina con temperature del terreno intorno ai 5°C. Il clima che preferisce è quello temperato.

Parassiti e malattie

La fava può essere attaccata da diversi parassiti animali come gli afidi e il tonchio che si ciba delle foglie e dei germogli. Tra le malattie crittogame, la fava viene attaccata dalla ruggine, dalla ticchiolatura e dall’antracnosi che si manifesta soprattutto sui baccelli per poi estendersi fino ai semi.

La fava e la salute

La fava contiene molte sostanze importanti per il nostro benessere come fibre, ferro, proteine e le vitamine del gruppo B. È utile per chi soffre di anemia, e, grazie alle fibre che contiene, è l’ideale per favorire il benessere dell’intestino e l’eliminazione delle tossine.

{lang: 'it'}

Commenta l'articolo! Ci sono 8 commenti

  1. antonio scrive:

    Come si prepara la semina delle fave? E’ vero che occorre mettere a bagno le fave per qualche mese prima di piantarle?

  2. rosa campi scrive:

    assolutamente no, non le devi mettere a bagno ,non importa .Quando compri i semi ti accorgerai che sono trattati (con una polvere rossa) serve per proteggerle dagli insetti ,devi fare dei buchi a distanza di 50 cm e mettere dentro 3 fave tra le file anche 70 cm se troppo strette faranno i frutti dove prendono più aria e luce ,dopo circa un mesetto escono fuori tranquille e beate-la forzatua dell ammollo serve solo se sei in ritardo e caso mai ammollarli solo 1 notte
    PSabito a firenze le semino sempre i primi di novembre

  3. maryjane84 scrive:

    le mie fave sono piene di afidi,in questi giorni provero’ a trattarle con un infuso di aglio e speriamo di mandarle via,oppure ortica o equiseto,che ne dite?li ho preparati tutti e tre…

  4. lello scrive:

    MA LE FAVE DA NOI VENGONO SEINATE A OTTOBRE E RACCOLTE A MARZO HO APRILE

  5. nico scrive:

    Ma durante la crescita della pianta bisogna in qualche modo eliminare parti in eccesso, tipo come i “bastardi”nei pomodori, per regolare e potenziare la produzione?

    per gli afidi e tonchio, sto sperimentando un misto di sapone di marsiglia e aglio… speriamo bene!

  6. lilli scrive:

    salve, qualcuno sa dirmi se la presenza numerosa di lombrichi nel terreno dell’orto è nociva o utile per le fave e gli ortaggi in genere?

  7. Dario scrive:

    Rosa, se non sbaglio, la polverina rossa è un funghicida, velenoso per l’uomo e gli animali, tossico e inquinante. Meglio comprare semi bio.. O comprare le fave secche nei negozi alimentari, se non sono tostate, si possono seminare.

  8. katy scrive:

    Salve :) vorrei sapere gentilmente con chi posso avvicendare la fava!!? grazie!! Sarebbe giusta la risposta con aglio e cipolla?

Lascia il tuo commento!