La cicerchia

La cicerchia

Periodo di semina

genfebmaraprmaggiulugagosetottnovdic

Periodo di raccolta

genfebmaraprmaggiulugagosetottnovdic

Esposizione alla luce

Annaffiatura

La cicerchia è una pianta rustica, che si adatta molto bene a crescere anche in terreni molto magri e ciottolosi, purché non siano soggetti a ristagni d’acqua. E’ una pianta annuale poco coltivata in Italia, che somiglia alla veccia e contiene nei suoi baccelli dei semi poco più grandi dei piselli ma più schiacciati.
Nelle prime fasi di sviluppo della coltura, va fatto un controllo delle erbe infestanti, perché la cicerchia non ha una capacità sufficiente di contrastarle.

Clima

Questo ortaggio ama climi temperati anche se resiste bene al freddo.

Parassiti e malattie

La cicerchia può essere attaccata dagli afidi e i tonchi. Anche i venti caldi e l’eccessivo calore possono danneggiare i semi causandone lo striminzimento.

La cicerchia e la salute

La cicerchia è una piana che contiene molto calcio, ideale per rafforzare le ossa, il cuore, i muscoli e i denti. Contiene molte proteine, fibre, vitamine del gruppo B. È molto utile per la memoria e quando ci sono problemi di affaticamento cerebrale.

{lang: 'it'}

Commenta l'articolo! Ci sono 13 commenti

  1. Chiara scrive:

    Qualcuno sa come si usa?

  2. massimiliano scrive:

    dove si compra?

  3. flyout scrive:

    Non sono stato a fare delle ricerche approfondite… mi sembra di ricordare (forse sbaglio) che, questo legume può essere velenoso. Quindi informatevi! Purtroppo io oggi, non ho tempo!

  4. Laura scrive:

    Ciao flyout,
    la cicerchia non è velenosa ma contiene un principio amaro tossico per l’uomo. Per questo motivo, non va consumata spesso e, prima di cuocerla, va tenuta in ammollo in acqua salata per almeno 8-12 ore.

  5. Laura scrive:

    Per Chiara e Massimiliano:
    la coltivazione della cicerchia non è molto diffusa in Italia ed è concentrata principalmente nelle Marche, Umbria e Lazio. Se non riuscite a trovare la cicerchia nei negozi biologici, al supermercato/mercato o in un’azienda agricola vicino a voi, potete provare ad acquistarla online. Se volete seminarla, ricordatevi che prima di interrare i semi dovete lasciarli a bagno in acqua per una notte!

  6. giuseppefabb scrive:

    Con la cicerchia si fanno delle ottime zuppe, simili a quelle con la lenticchia, il farro ecc….

  7. carlo-matteo scrive:

    è ideonea alla alimentazione e come la si tratta?

  8. @carlo-matteo e per chi leggerà

    Come ti hanno detto sopra, va benissimo da sola o in minestra, l’unica controindicazione è di non farla diventare il legume principale, anche se per intossicarsi bisognerebbe mangiarla tutti i giorni.

    Importante però l’ammollo (io consiglio 24 ore) e una cottura prolungata, io utilizzo una varietà tenera e si cuoce in un’ora circa. Se riesce a trovarla da un privato o azienda agricola risparmi nettamente, nei supermercati per 500gr ti chiedono circa 3 euro.

  9. Vincenzo49 scrive:

    L’ho cercata dalle mie parti, ma non riesco a trovarla. Avete qualche sito online che vende la cicerchia?

  10. Vincenzo49 scrive:

    Scusate non vi ho detto che sto in Sicilia, esattamente a Messina.

  11. pietro scrive:

    la cicerchia è il lupino sono la stessa cosa ?
    se no vorrei notizie sul lupino, e dove trovarlo.

  12. marco.csa scrive:

    si mangia da qualche millennio sui monti d’abruzzo sotto forma di polenta la cicerchiata condita con olio d’oliva e peperoni secchi dolci fritti.

  13. La cicerchia e il lupino sono ovviamente due cose diverse. Io le coltivo nel mio orto naturale in Irpinia. La dritta buona per il consumo, datami da uno che la sa lunga, è di tenerla a bagno 12 ore durante le quali cambierete l’acqua di ammollo 2 o 3 volte. Poi cambierete l’acqua anche una volta durante la bollitura, aggiungendo poi di nuovo acqua bollente. Se siete abituati a mangiare fagioli e ceci spesso, la cicerchia non vi farà male altrimenti qualche scorreggia e qualche mal di pancia non ve lo toglierà nessuno. Saluti

Lascia il tuo commento!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.