Il cardo

Il cardo

Periodo di semina

genfebmaraprmaggiulugagosetottnovdic

Periodo di raccolta

genfebmaraprmaggiulugagosetottnovdic

Esposizione alla luce

Annaffiatura

Il cardo è un ortaggio invernale molto simile al sedano per la sua forma. E’ un ortaggio piuttosto duro e di sapore amaro e, proprio per questo, viene coltivato in assenza di luce.  Alcune varietà vengono addirittura interrate piegando la pianta di lato, verso il basso e ricoprendola di terreno, lasciandola così finchè non viene raccolta.

Varietà

Il cardo esiste in molte varietà. Tra queste si possono ricordare:
- Cardo selvatico, utilizzato in cucina come il cardo coltivato, cresce allo stato spontaneo.
- Gobbo di Monferrato, chiamato così per la sua forma a grosso uncino
- Cardo alato, che si trova in zone umide ed erbose
- Cardo di Bologna privo di spine con costole piene di media grossezza
- Cardo di Tours, varietà molto pregiata ma poco diffusa perché molto spinosa
- Cardo gigante di Romagna, coltivato nell’area romagnola, ha il lembo fogliare largo, di colore verde-grigio chiaro, mediamente concavo con spine
- Cardo di Chieri, molto diffuso in Piemonte, poco spinoso e facilmente conservabile

Clima

Il cardo è una pianta invernale, ma predilige comunque un clima non molto freddo. È sensibile alle gelate e agli sbalzi di temperatura e non tollera temperature inferiori ai -2°C.

Parassiti e malattie

Tra le avversità che colpiscono il cardo ci sono: peronospora, mal bianco o oidio, marciume batterico, maculatura anulare, e malattia delle macchie brune. Per quanto riguarda i parassiti, invece, il cardo viene attaccato da afidi, mosca del cardo, dalla nottua, dalla cassida, dal punteruolo, dalla limaccia grigia.

Il cardo e la salute

IIl cardo è ricco di fibre, magnesio, potassio, acido folico, calcio, ideale per le diete. Grazie alle sue proprietà, il cardo risulta disintossicante e depurativo.

{lang: 'it'}

Commenta l'articolo! Ci sono 8 commenti

  1. pietro scrive:

    molto esaudiente

  2. Isodora rimbas scrive:

    salve nel leggere levarie coltivazioni degli ortaggi ho notato che la luna non la citate mai potrei saperne la motivazione grazie.

  3. Laura scrive:

    Ciao,
    non abbiamo ancora inserito la Luna, perchè non tutti seguono il calendario lunare per la semina o coltivazione. E’ comunque un’ aggiunta che abbiamo pensato di inserire e che troverete a breve! :D

  4. rochefort scrive:

    Ho seminato i cardi, ora le piante stanno andando in fiore. Devo lasciare i fiori, oppure tra un pò di tempo li devo togliere?

  5. Nonna Pat scrive:

    Quando bisogna sotterrare o impacchettare I cardi per farli sbiancare?

  6. antonio scrive:

    i miei cardi, seminati a maggio e trapiantati a metà luglio, hanno ottima vegetazione, ma ora comincio a veder le foglie che si arrotolano, accartocciate in maniera preoccupante cosa può essere ?

  7. renemery scrive:

    i miei cardi sono come quello in foto, come devo trattarlo, come lo posso utilizzare e come si chiama o meglio di che famiglia.
    anticipatamente ringrazio.

  8. ho una piccola piantaggione di dardi spinosi che fruttano carciofini molto gustosi,, purtroppo si sono ammalati di male bianco, quasi tutte le piantine cosa posso fare per salvarli? grazie

Lascia il tuo commento!