Perchè le nostre piante si ammalano?

scritto da admin il 5 dicembre 2010 | 6 commenti
in I consigli

Grazie al nostro esperto Nicola, ormai Laura ed io abbiamo scoperto che praticamente per ogni pianta c’è una malattia, e per ogni malattia c’è, per fortuna, un rimedio naturale e biologico! Conoscendo quali sono i nemici più pericolosi per ogni tipo di ortaggio diventa più semplice prevenire le malattie e gli attacchi dei parassiti. E ovviamente intervenire in tempo.
Aiutare le nostre piante a guarire è possibile!

Ecco quali sono i principali avversari delle nostre verdure:

Acari
Gli acari appartengono sono di diverse specie ed appartengono al gruppo degli Aracnidi. Questi parassiti succhiano la linfa delle foglie, provocandone l’ingiallimento e quindi la morte. Sono grandi circa 0,3 mm e, di solito, visibili con una lente di ingrandimento.
L’acaro più diffuso è il ragnetto rosso, che colpisce soprattutto gli arbusti da frutto. Anche gli afidi (noti anche come pidocchi delle piante) sono acari molto pericolosi e particolarmente diffusi. Attaccano numerose piante, soprattutto fagioli, cetrioli, insalata, pomodori, carciofi, ravanelli.

Nematodi
Conosciuti con il nome di anguillule, questi piccoli vermi vivono sotto terra e danneggiano foglie, radici e possono portare la pianta anche alla morte. Particolarmente a rischio sono le carote, patate e fragole.
Esistono però diverse specie di nematodi che sono utili agli agricoltori per eliminare altri insetti che attaccano gli ortaggi. In particolare i nematodi uccidono le limacce giovani, le larve di grillotalpa e di oziorrinco.

Funghi
I funghi sono degli organismi vegetali, che vivono senza clorofilla, di diverse specie. Alcuni funghi vivono creano insieme alla pianta una simbiosi vantaggiosa per entrambi. Altre specie, invece, sono nocive e si sviluppano soprattutto sulle foglie, i fusti e i frutti delle piante, distruggendo i tessuti o i vasi conduttori delle piante.
I fughi nocivi si sviluppano soprattutto quando c’è molta umidità e il clima è caldo – umido. Tra i più conosciuti e pericolosi ci sono la ruggine, la muffa grigia, la peronospora e oidio (mal bianco).

Insetti
Questo è un gruppo molto ampio di cui fanno parte cimici, mosche, afidi, zanzare, vespe, formiche, tarme e molte altre.
Ovviamente, anche in questo caso esistono insetti che danneggiano le piante succhiandone foglie, steli, fiori o radici, ed altri invece che sono degli ottimi alleati degli agricoltori nella lotta biologica ad altri parassiti e quindi per difendere le piante.
Gli insetti utili sono le coccinelle e le crisope, le cui larve divorano enormi quantità di afidi.

Molluschi
Odiati dai giardinieri e da noi hobby farmer, le limacce sono molluschi che provocano danni e problemi sia ai giardini che agli orti.
Le limacce amano molto le cicorie, di cui mangiano in particolare germogli e tenere foglie.
Tra i molluschi più comuni ci sono anche le chiocciole e le lumachine di campo di colore grigio o marroncino, considerati gli animali più voraci del giardino e dell’orto.

{lang: 'it'}

Commenta l'articolo! Ci sono 6 commenti

  1. ORTOLANA DOC scrive:

    Ciao a tutti..la sorte dei miai ortaggi da balcone è ugualmente esposta a questi pericoli ( afidi, acari ect..), oppure riguardano pricipalmente “orti tradizionali”.
    P.s si può avere qualche delucidazione in più
    sulla pacciamatura? Non ho capito granchè….Per quali ortaggi sia propizia e..come si fa?Magari se si potesse vedere una foto..ma quant’ è difficile la scienza connessa all’agricoltura!Grazie!!!

  2. Ciao anche a te! L’orto in balcone corre meno rischi di quello in campo (ad esempio, sicuramente è più protetto dai roditori, dai vermi e dalle lumache), ma ci sono alcuni parassiti che attaccano ovunque! L’anno scorso, per esempio, il nostro basilico è stato colpito dagli afidi che sono insetti davvero molto comuni. Devo dire però che con il macerato d’aglio è stato facile sconfiggerli!

    Per la pacciamatura: ecco qua una foto(http://www.progettopecoranera.it/img/blog/blog_img_035.jpg). Si tratta di ricoprire il terreno del vaso, intorno al fusto della pianta, con materiale organico (aghi o corteccia di pino, paglia) o inorganico (i teli di plastica neri, per intenderci). Puoi pacciamare a primavera o, per proteggere le piante dalle gelate, in autunno.
    La pacciamatura surriscalda il terreno e crea delle condizioni sfavorevoli per diversi insetti e per le piante infestanti. É adatta per piante come pomodori, peperoni, melanzane (che reggono bene il caldo…anzi lo amano!) meno per ortaggi che preferiscono un clima temperato. Ricordati poi di togliere la pacciamatura in estate, altrimenti rischi di danneggiare le piante!

  3. per avere l’orto senza insetti e parassiti dannosi esiste un prodotto che già dal 2000 esiste sul mercato riscontrando sempre più seccessi. E’ ecologico senza veleni si possono mangiare subito ortaggi e frutta senza nessun timore e senza aspettare neanche un minuto di tempo di decadenza. Chi usa il Biolady non lo abbandona più perchè il suo giardino è sempre protetto, fiorito e ricco di frutti, e se ne usa la metà della metà di ogni altro trattamento..

  4. Sabry scrive:

    Salve mi sa dire quali sono gli ortaggi e le verdure non soggette a nematodi?

  5. Leonardov scrive:

    Buongiorno vorrei un consiglio per sapere come comportarmi, ho piantato in bicchieri di plastica dei semi di pomodoro, e dopo alcuni giorni annafiando ho visto in uno solo su quattro dei vermicelli con la testa nera e il corpo trasparente, vorrei sapere se per i semi e dannoso, premetto ho allontanato questo seminario dagli altri per paura di contaminazione ho fatto bene chiedo consiglio per come difendermi da questo problema grazie aspetto vostra risposta cordialmente Sig leob

  6. Leonardov scrive:

    Buongiorno vorrei un consiglio per sapere come comportarmi, ho piantato in bicchieri di plastica dei semi di pomodoro, e dopo alcuni giorni annafiando ho visto in uno solo su quattro dei vermicelli con la testa nera e il corpo trasparente, vorrei sapere se per i semi e dannoso, premetto ho allontanato questo seminario dagli altri per paura di contaminazione ho fatto bene chiedo consiglio per come difendermi da questo problema grazie aspetto vostra risposta cordialmente Sig leo

Lascia il tuo commento!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.