Lavori nell’ orto: settembre

scritto da Laura il 9 settembre 2013 | 2 commenti
in I consigli

L’estate è ormai quasi finita, ma i lavori nell’orto non finiscono mai! :)
In particolare, non smettete di lottare contro le piante infestanti. Se è vero che con il diminuire delle temperature diminuiscono anche le erbacce, a settembre non bisogna abbassare la guardia! Bisogna evitare infatti, quanto possibile, che le infestanti vadano a seme, in modo da non ritrovarcene altrettante la prossima primavera.
In più, a mano a mano che gli ortaggi si seccano e si libera spazio nell’orto, potete approfittarne per pulire il terreno rimuovendo le erbacce in maniera un po’ più massiccia.

Semine, trapianti, raccolta

Per fortuna a settembre il raccolto può essere ancora abbondante! Da raccogliere barbabietole, bietole, cardo, carote, cavolfiori, cavoli, cetrioli, cicoria, fagiolini, indivia, finocchi, lattughe, melanzane, melone, patate, peperoni, porro, pomodoro, radicchio, rape, sedano, spinaci, zucche e zucchine.
Oltre alla raccolta, potete seminare all’aperto prezzemolo e ravanello, in luna crescente, e, in luna calante, cavolo, cipolla, finocchio, lattughe, radicchio, rapa e spinaci.
Potete anche trapiantare bietole, cavoli, cicoria, finocchi, indivia, lattughe, radicchio, barbabietole, porro e sedano.

{lang: 'it'}

Commenta l'articolo! Ci sono 2 commenti

  1. Pollice Nero scrive:

    Ciao! Ho scelto il Nickname più esplicativo per mettere le mani avanti e partire “scusata” per le eventuali domande cretine o gli insuccessi che conseguirò nonostante i Vostri preziosi consigli.

    Ecco, noi abitiamo a 1.300 mt in mezzo al Bosco. Possiamo dire che la nostra ubicazione non giochi a favore del nostro scopo? Ok, ammettiamo che sia vero: abbiamo una chance di raccogliere qualcosa oltre a tante maledette erbacce???

    Abbiamo zappato alla bene-meglio un quadratone di terra accanto alla nostra Casa, disseppellendo un sacco di macerie risalenti all’epoca della costruzione della struttura (circa 1960). Il terreno è abbastanza acido, circondato da pini e faggi. Questo é il terzo anno che proviamo a fare l’orto e quest’anno…l’abbiamo fatto nei vasi perché ogni volta le erbacce ci hanno rovinato tutto e inoltre, in piena stagione estiva, quando forse le piante hanno più bisogno di interventi…siamo troppo presi dall’attività per stargli dietro, per cui forse dovremmo puntare su ortaggi un po’ “autosufficienti”…In ogni caso anche nei vasi è stato un disastro: quest’anno (2013) il caldo è durato veramente poco. Abbiamo spento il camino il 30 giugno e l’abbiamo riacceso oggi, 12 settembre.

    I pomodori Cuore di Bue sono rimasti verdissimi e piccoli – non vanno neanche bene per la mia giardiniera speciale fatta di pomodori verdi e pancetta, perché sono davvero troppo “indietro”.

    Ho pensato di fare questo e chiedo un Vostro consiglio in merito:

    * zappiamo e rivoltiamo ancora la terra (parlo della terra piena, perché disastro per disastro, vorremmo almeno vedere un quadrato di simil-orto e non un ammasso di vasi pieni di piante in fin di vita!)
    * aggiungiamo terriccio nuovo e concimiamo
    * aggiungiamo altro terriccio finché lo strato di terra dell’orto è più alto del terreno circostante
    * seminiamo la valerianella
    * copriamo col tessuto che tiene caldo il terreno (oppure no? dicono che la neve fa da isolante e che questo tessuto serve solo dove gela ma non nevica…)
    * cosa dite, piantiamo anche le verze o qualcosa di simile? cos’è che potremmo piantare da raccogliere sotto la neve oppure a primavera?

    Ultimo quesito: l’alloro! L’abbiamo comprato in vaso qualche settimana fa e non abbiamo mai avuto il tempo di trapiantarlo: lo possiamo fare (la notte la temperatura scende sotto i 10°C) oppure è meglio che lo ritiriamo in garage e ci pensiamo l’anno prossimo?

    P.S.: LA MIA BIMBA E’ APPENA VENUTA A PRENDERMI PER MANO, DICENDO “MAMMA, ANDIAMO NELL’ORTO A VEDERE COSA E’ MORTO OGGI?” -.-’

  2. E’ proprio vero, i lavori nell’orto non finiscono mai e se non hai abbastanza tempo l’aiuto di Ortogenuino insieme ai consigli di coltivareorto.it fanno proprio al caso vostro!

Lascia il tuo commento!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.