La pacciamatura

scritto da admin il 28 febbraio 2011 | 1 commento
in I consigli

Tra i tanti lavori che vi aspettano a marzo, ce n’è uno molto importante che riguarda la cura del terreno: la pacciamatura.
La pacciamatura è un’operazione molto semplice che consiste nel coprire con materiale inerte il terreno dove semineremo le nostre piante.

Perché farlo?

Per ben tre motivi!

  1. Conservare l’umidità del suolo, proteggendolo da piogge, vento e i raggi solari.
  2. Evitare la crescita di piante infestanti nell’orto.
  3. Risparmiare tempo ed energia. Si possono infatti evitare le operazioni di sarchiatura e ridurre i tempi dedicati all’irrigazione

Come si fa la pacciamatura?

I metodi più usati sono due: la pacciamatura con teli in materiale plastico o in tessuto e quella con materiale organico o inorganico.

Per la pacciamatura in materiale plastico o tessuto, basta coprire con un telo il terreno (dopo averlo ripulito dalle piante infestanti) e poi praticare nel telo dei fori in cui andare a interrare le piantine. Si possono usare teli di vari materiali:

  • il telo pacciante in plastica, che non è traspirante e impedisce alle piante infestanti di crescere, trattiene l’umidità nel terreno e riesce a catturare il calore grazie al suo colore nero
  • il telo pacciante in tessuto plastico traspirante, che, essendo traspirante, permette all’acqua di penetrare, ma non consente alle piante infestanti di crescere. Ha come difetto quello di sviluppare funghi e muffa.

La pacciamatura con materiale organico, invece, avviene con l’utilizzo di cortecce, ghiaia, segatura. Ha come vantaggio quello di rilasciare elementi nutrienti nel terreno, seppur molto lentamente e non deve essere per forza rimossa ma basta interrarla. Altro pregio è quello di lasciar traspirare la superficie del terreno, quindi fa passare l’acqua ma non la luce e le piante infestanti. Se adottate questa tecnica di pacciamatura, cercate di utilizzare uno strato spesso da mettere intorno alla pianta.

{lang: 'it'}

Commenta l'articolo! C'è 1 commento

  1. Vi invito a visitare il mio sito per avere poi un parere in proposito da qualcuno esperto della materia.
    Grazie dell’attenzione.

    Aldo

Lascia il tuo commento!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.