Come realizzare l’orto in balcone (quasi) perfetto

scritto da Laura il 10 ottobre 2011 | 2 commenti
in I consigli, Iniziare con l'orto, L'orto in balcone

Vi piace l’idea di un orto in balcone (quasi) perfetto? Un orto in cui lo spazio e l’illuminazione sono sfruttate (quasi) alla perfezione e in cui gli ortaggi sono (quasi) protetti dagli attacchi dei parassiti?

Se è ovvio che la perfezione non è raggiungibile, ecco alcuni semplici consigli per ottenere il “quasi” :-)

  1. Come il sole, anche le zone d’ombrasono importantissime. È verissimo che gli ortaggi non crescono bene all’ombra. Fra le specie vegetali, le varietà da orto sono quelle che hanno più bisogno di sole. Tuttavia, in diverse occasioni potreste aver bisogno di spostare i vostri vasi in zone meno soleggiate.Se avete dei balconi esposti a sud ed abitate in zone mediamente calde, ad esempio, gli ortaggi rischiano letteralmente di arrostire sotto il sole cocente estivo. Nelle ore centrali del pomeriggio conviene metterli al riparo dai raggi solari. Anche gli ortaggi appena trapiantati o con piantine molto piccole rischiano di essere indeboliti dalla luce troppo aggressiva.
    Potete creare delle zone d’ombra con una tettoia, una tenda o semplicemente addossando le piante al muro o al parapetto.
  2. Per motivi analoghi, dovrete proteggere gli ortaggi dal vento. Per farlo, è utile creare dei tutori per le piante con il fusto più debole e dei piccoli ripari fai-da-te. Per costruirli potete utilizzare oggetti che già sono sul vostro balcone (sedie, piccoli mobili, pezzi di legno, tende, altri vasi) e disporli in modo da ottenere un frangivento. Come per le zone d’ombra, funziona anche in questo caso, usare muri e parapetti come protezione
  3. Gli stessi trucchetti sono utili per proteggere le piante dal freddo. Altri consigli?? Per salvare le radici da un clima troppo pungente potete coprire la terra alla base della pianta con una pacciamatura di paglia. Potete anche ricorrere a misure più “drastiche”, coprendo l’intera pianta con uno scatolone di cartone da chiudere la notte o (come fanno i miei genitori) con dei sacchi di iuta.
    Esistono in commercio anche serre smontabili di piccole dimensioni, adatte al balcone, ma, se non avete paura di ricorrere al fai-da-te, potete utilizzare un sistema semplicissimo e assolutamente economico che noi abbiamo già sperimentato con successo ;-) Se le temperature sono davvero molto rigide, posticipate la semina di un paio di mesi oppure seminate in un semenzaio protetto, in modo da poter trapiantare le piantine quando il clima sarà meno rigido.
  4. Risparmiare e guadagnare spazio, in un orto in balcone è essenziale. E possibile!
    Per risparmiare spazio utilizzate i vasi a cassetta, quelli lunghi e rettangolari, e piantate ortaggi diversi nello stesso vaso. Vi sembra una pazzia? Non preoccupatevi, affiancando piante a crescita veloce (come gli spinaci) a piante a crescita lenta (come fagioli e piselli), non solo le radici dei vari ortaggi non si daranno fastidio a vicenda, ma le piantine più piccole godranno anche di un po’ d’ombra grazie alle loro “vicine” più cresciute. Alcune coppie di ortaggi, in più, sono famose per i mutui benefici che le due varietà ottengono. Ad esempio, l’accoppiata porro-carota protegge entrambe le piante da alcuni parassiti.
    Per preparare il vostro piano di battaglia, potete dare un’occhiata ai consigli e alla tabella delle consociazioni.Moltiplicare lo spazio è altrettanto semplice. Utilizzando pensili e graticci, potrete sfruttare le tendenza rampicante di alcune piante (come zucchine e piselli), guadagnando così spazio per coltivare ortaggi a cespuglio.
  5. E per proteggere le vostre piante dai parassiti? Ovviamente nessun metodo funziona al 100% (nulla è perfetto!), ma si può fare sicuramente una buona opera di prevenzione per diminuire la probabilità di attacchi di parassiti. Come? Coltivate, preferibilmente ai lati del balcone o dei vasi, le piante che, tendenzialmente, allontanano i parassiti: aglio, cipolla, porro, basilico, rosmarino, santoreggia e altre piante aromatiche.L’ideale (e un passo in più verso la perfezione) sarebbe la possibilità di avere una siepe in miniatura a salvaguardia del vostro orto. Le siepi, infatti, oltre a fare da frangi-vento e a proteggere l’orto dall’inquinamento, sono ottimi piccoli habitat per ospitare coccinelle e altri insetti amici nella lotta contro i parassiti. Probabilmente non potrete permettervi la mini-siepe: provate piantando in vaso piccoli arbusti di ligustro.
{lang: 'it'}

Commenta l'articolo! Ci sono 2 commenti

  1. raffaele scrive:

    come si protegge l’alloro, le foglie hanno delle machie scure. cosa devo fare? ciao e grazie

  2. Bellissimo articolo! L’ ho trovato molto interessante e ricco di contenuti innovativi. Ti ringrazio perciò dell’ impegno che dedichi e per i tuoi contenuti.

Lascia il tuo commento!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.