Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus

scritto da admin il 26 novembre 2012 | nessun commento
in I consigli

Oggi parliamo di una delle Fondazioni che coordina numerosi progetti a sostegno delle comunità di Terra Madre (Presìdi, Mercati della Terra, Orti) offrendo supporto tecnico ed economico: la Fondazione Slow Food per la Biodivesità Onlus.

Opera in oltre 50 Paesi e coinvolge oltre 10 mila piccoli produttori, promuovendo un’agricoltura sostenibile, rispettosa dell’ambiente e della cultura dei popoli.

A Torino, durante Terra Madre 2010, Slow Food ha lanciato una sfida molto concreta: sostenere la realizzazione di Mille orti in Africa. Grazie a una grande mobilitazione internazionale saranno avviati orti scolastici, comunitari, e urbani in venti paesi africani. Saranno coltivati secondo tecniche sostenibili (compostaggio, preparati naturali per la difesa da infestanti e insetti, gestione razionale dell’acqua), comprenderanno alberi da frutta, verdure ed erbe medicinali, e privilegeranno le varietà locali. La Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus gestirà i contributi e coordinerà le attività in Africa.

Le comunità di Terra Madre hanno creato mille orti nelle scuole, nei villaggi e nelle periferie delle città di 25 Paesi africani.
Anche in Italia la rete Slow Food sta realizzando più di 400 Orti in Condotta.
Pur sviluppandosi in contesti molto diversi, gli orti Slow Food scolastici africani e italiani condividono alcuni obiettivi: insieme costituiscono una rete, che lavora per riprendere contatto con la terra, imparando a coltivarla in modo responsabile, a conoscerla e a trarne prodotti buoni e sani da mangiare.
A oggi, ne sono stati adottati 677.

Se vuoi adottare un orto in Africa clicca qui!

{lang: 'it'}

Lascia il tuo commento!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.